Sto caricando la mappa ....

Ora  16:00 - 21:00

Luogo  Campus - Plesso di Fisica - Pad. 03

Genere  Mostra interattiva

Rivolto a:


60 anni fa moriva a 37 anni Rosalind Franklin, biofisica e cristallografa. Nel 1953 aveva ottenuto la famosa “foto 51”, un’immagine di diffrazione ai raggi X giunta per vie poco chiare nelle mani di James Watson e Francis Crick: fu proprio grazie alla “foto 51” che i due scienziati riuscirono a capire che il DNA è strutturato a doppia elica. Per questa scoperta ricevettero il premio Nobel nel 1962 e solo molti anni dopo il ruolo cruciale degli studi della Franklin nell’elucidare “il segreto della vita” fu riconosciuto dal mondo scientifico.

La piccola mostra didattica che proponiamo ripercorre quegli anni febbrili e decisivi, la vita della Franklin e le sue innovazioni, il “giallo” della foto 51, il Nobel mancato, le difficoltà di essere scienziata donna in un ambito professionale all’epoca ancora profondamente dominato dagli uomini. Dal passato al presente: 60 anni dopo la morte della grande scienziata possiamo oggi esplorare al computer la struttura del DNA e studiare in laboratorio il materiale genetico di uomini lontanissimi nel tempo, dal Neanderthal alle mummie egizie. Il “segreto della vita”, dischiuso da quella che venne definita “una delle più belle immagini ai raggi X mai ottenute per qualsiasi sostanza”, non ha ancora finito di sorprenderci.

 

REFERENTE: Aba Losi – Dipartimento di Scienze Matematiche, Fisiche e Informatiche