Sto caricando la mappa ....

Ora  16:00 - 21:00

Luogo  Campus - Plesso di Architettura e Ingegneria - Pad. 10

Genere  Mostra interattiva

Rivolto a:


 

Avanza velocemente la rivoluzione dei metodi di apprendimento e di interazione delle persone con i contenuti informativi. Era digitale: è così che viene definito questo periodo storico, dove internet e smartphone stanno diventando la spina dorsale di un nuovo modo di trasmissione e fruizione dei contenuti. Scienza, arte e istruzione si devono necessariamente adeguare alle richieste di un pubblico sempre più attratto dalle promettenti potenzialità offerte dai nuovi strumenti informatici e sono quindi soggette a continue trasformazioni volte al miglioramento della comunicazione con il pubblico.

L’iniziativa qui proposta guarda in particolar modo al mondo dell’arte e delle realtà museali e vuole coinvolgere il pubblico alla scoperta dei reperti archeologici tramite il supporto delle attuali tecnologie digitali e multimediali che stanno profondamente rinnovando e stimolando il nostro modo di imparare.

Saranno, quindi, mostrati i risultati di due progetti di ricerca: il progetto “Percorsi multimediali innovativi per la valorizzazione del Museo Archeologico di Parma” promosso dal Dipartimento di Ingegneria e Architettura con il cofinanziamento di Fondazione Cariparma e il progetto S.F.E.R.A. realizzato dal Dipartimento di Discipline Umanistiche, Sociali e delle Imprese Culturali e dal Gruppo Archeologico VEA.

Nello specifico verrà ricreato il Museo fuori dal museo: tramite applicazioni di realtà aumentata sarà possibile vedere le statue di epoca romana rinvenute nel sito archeologico di Veleia (PC) e conservate al Museo Archeologico di Parma. Gli intervenuti potranno quindi giocare con la realtà aumentata, con i contenuti interattivi prodotti e osservare in diretta la stampa 3D di alcuni reperti.

Parallelamente saranno mostrate alcune riproduzioni sperimentali di reperti archeologici. Tali riproduzioni, partendo dall’analisi tecnologica del reperto stesso, consentono una migliore fruizione dei reperti archeologici e rappresentano un’occasione di studio e approfondimento. Infatti consentono di avanzare ipotesi sui metodi e le tecniche di produzione antiche e di verificarle diventando parte del processo conoscitivo dei saperi tecnici antichi.

L’attività sarà fortemente interattiva: con il supporto dei ricercatori che illustreranno le attività di ricerca effettuate, gli intervenuti potranno utilizzare direttamente le tecnologie multimediali e quindi imparare divertendosi.

Sede dell’evento: Palazzina 10 – Sala riunioni