Sto caricando la mappa ....

Ora  16:00 - 21:00

Luogo  Campus - Plesso di Chimica - Pad. 01

Genere  Esperimenti / dimostrazioni

Rivolto a:


Anche in occasione della notte dei ricercatori 2018, la comunità chimica del Dipartimento di Scienze Chimiche, della Vita e della Sostenibilità Ambientale si propone al grande pubblico invitandolo a visitare “Le stanze della chimica”. Attraverso un variegato percorso gli ospiti potranno osservare la realizzazione di svariati esperimenti di natura chimica, cimentarsi in prima persona in qualche semplice “alchimia”, scoprire alcuni degli innumerevoli ambiti in cui la chimica gioca un ruolo fondamentale.

LA STANZA DEL FUOCO: attività dimostrative sulla natura del fuoco: dall’accensione della candela alla sicurezza in cucina. Come e perché le fiamme possono essere colorate. Dalla polvere da sparo ai fuochi d’artificio.

LA STANZA DEI MATERIALI: materiali del futuro. E’ possibile trasformare un materiale comune, dandogli nuove proprietà? Lo faremo assieme al pubblico.

LA STANZA DELL’ACQUA: alla scoperta di ciò che contiene l’acqua che esce dai nostri rubinetti.

LA STANZA DEL PACKAGING INTELLIGENTE: alla scoperta delle interazioni tra alimenti e materiale di confezionamento. Descrizione delle differenze tra packaging intelligente ed attivo. Esempio pratico di possibili realizzazioni.

LA STANZA DEL DELITTO: tecniche e metodologie seguite all’interno di una scena del crimine (giochi interattivi per tutti, rilevamento di impronte digitali, luminol, test del DNA, etc.) con la partecipazione di Polizia Scientifica divisione anticrimine.

LA STANZA DELLE LUCI E DEI COLORI: perché si formano gli arcobaleni? Perché il cielo è azzurro? Cos’è un laser? Cercheremo di rispondere a queste ed altre domande tramite dimostrazioni dell’interazione tra la luce e la materia: esperimenti di assorbimento (origine del colore), emissione (fluorescenza e fosforescenza) e diffusione (colore del cielo).

LA STANZA DEI GIOCHI: bambini e adulti verranno affascinati da sorprendenti magie che trovano la loro spiegazione in semplici concetti di chimica (inchiostro simpatico, la catena umana elettrica, la bottiglia magica, etc.).

LA STANZA DEL VETRO: che cos’è il vetro? Da dove nasce? Quali sono le materie prime che opportunamente miscelate e trattate fanno nascere questo materiale dalle straordinarie proprietà? Il vetro è uno dei materiali più antichi ma a molti nasconde ancora i suoi segreti. Nella stanza del vetro lo si potrà conoscere meglio, imparare il processo di produzione e imparare anche a conoscere problematiche e difetti che scaturiscono dalla sua lavorazione.

LA STANZA DELLA BELLEZZA: la bellezza è un sogno che nasce dal connubio tra creatività e tecnologia, passione ed esperienza, dove gli elementi si uniscono e si trasformano per dare vita a nuovi concetti di make up e di colore. La missione di chi si occupa di bellezza è ispirare ed esaudire il desiderio di bellezza insito in ogni essere umano.

LA STANZA DELL’ARTE: la ricerca chimica permette di conoscere la tecnica pittorica del dipinto attraverso l’identificazione dei materiali costituenti, vale a dire i pigmenti, le cariche minerali nella preparazione, i  leganti organici (ossia  sapere se la preparazione è fatta, ad esempio, con colla animale e lo strato pittorico con olio di noce o olio  di lino), di capire la successione stratigrafica riconoscendo il numero, il colore, lo spessore e la morfologia delle stesure pittoriche. Le indagini chimiche sono in grado di svelare i segreti dell’opera. Questa possibilità di andare “dentro all’opera pittorica”, senza rimanere soltanto su quanto racconta la superficie, porta lo storico dell’arte spesso a dovere rivedere certe convinzioni sul modus operandi di importanti pittori.

LA STANZA DELL’INGRANDIMENTO: avete mai visto da vicino vicino un materiale? Cosa si intende per “nano-scala”? Cosa si vede ad una risoluzione del nanometro? Avete mai visto da vicino un nanomateriale? In questa stanza si può!

Si ringrazia: Bormioli Rocco e Bormioli Luigi, Intercos Group, N.A.S. Nucleo Antisofisticazione e Sanità, Parente Fireworks, Polizia di Stato – Divisione Anticrimine, Raggruppamento Carabinieri Investigazioni Scientifiche – RIS

 

REFERENTE: Franco Bisceglie – Dipartimento di Scienze Chimiche, della Vita e della Sostenibilità Ambientale