Sto caricando la mappa ....

Ora  9:00 - 13:00

Luogo  Campus - Plesso Polifunzionale - Pad. 23

Genere  Esperimenti / dimostrazioni

Rivolto a:


Tale iniziativa, rivolta prevalentemente agli studenti degli ultimi anni delle Scuole Superiori di Parma e provincia, ma aperta a tutti i cittadini interessati, muove dall’intento di aprire un dibattito pubblico sul futuro dell’Unione Europea; di sondare come i più giovani cittadini di Parma percepiscono il processo di integrazione europea, il rapporto tra le Istituzioni dell’Unione europea e i singoli Stati ed infine dall’intento di comprendere in che modo i più giovani vivono la loro condizione di cittadini europei.

In tale ottica, i ricercatori del Dipartimento di Giurisprudenza, Studi Politici e Internazionali intendono analizzare, in un confronto genuino con gli studenti delle Scuole Superiori, i motivi della crisi dell’Unione Europea; il ‘volto buono’ e il ‘volto cattivo’ della dimensione sovranazionale; le sfide (come la Brexit, la gestione comune della politica migratoria, la ‘politica europea dell’austerity’, la diffusione di sentimenti antieuropeisti), che inducono ad un ripensamento del processo di integrazione europea, per poi verificare se e in quali termini è possibile immaginare una nuova e più forte realtà europea e se i grandi ideali europei, espressi in particolare ne “Il Manifesto di Ventotene” del 1941, possono ancora orientare il cambiamento politico europeo.

A tal fine, si intende mettere in scena un processo simulato in cui l’Unione Europea rivestirà il ruolo dell’imputata, difesa dal Prof. Armando Barani (docente di Diritto dell’Unione Europea presso il Dipartimento di Giurisprudenza, Studi Politici e Internazionali), accusata pubblicamente dal Prof. Marco Baldassari (esperto di Storia delle Istituzioni politiche europee e Direttore Scientifico della Fondazione Collegio Europeo di Parma) e giudicata da un Collegio composto principalmente da giovani studiosi di Diritto internazionale, di Diritto dell’Unione Europea, di Diritto costituzionale e Filosofia del Diritto ( Fabio Pantano, Mara Zanichelli, Paola Torretta, Veronica Valenti, Michele Tempesta, Maria Chiara Errigo, Elena Carpanelli, Francesca Mussi, Francesco De Vanna).

Gli studenti delle Scuole Superiori parteciperanno attivamente all’iniziativa, in qualità di giuria popolare e, come tali, saranno chiamati ad esprimersi, previa succinta motivazione,  in merito all’assoluzione e alla colpevolezza dell’Unione Europea.

Sede dell’evento: Auditorium